• elezioni2014

    Incontri verso le Elezioni europee 2014

  •  



    Coordinamento

    Europe Direct

    Piemonte




SURVEY EUROPE DIRECT

EuropeDirectVercelliconcerchio

SURVEY EUROPE DIRECT

La Commissione europea ha lanciato un sondaggio sui servizi di Europe Direct.

Ti chiediamo, gentilmente, di dedicare un minuto del tuo tempo alla compilazione del questionario di gradimento dei nostri servizi.

The survey is now published on the WEBSITE and is ready to be promoted as much as possible by your EDIC network. Ways to do this could include the following:

• Promotion on their website and via social media

• Promotion in publications, newsletters and other printed/digital material they produce

• Visibly displayed at events or on conference flyers

• Available on a laptop in the EDIC for drop-in visitors to complete after their visit.

• Added to their email 'signature'

Kind regards

Europe Direct Support Team

EUROPA ... un nuovo inizio!!

logo rondine

Semestre di presidenza ITALIANA

Ecco il Programma della Presidenza Italiana del Consiglio dell'Unione Europea 'Europa, un nuovo inizio'. Il documento illustra per ogni area e settore di competenza del Consiglio UE gli indirizzi e politiche che il Governo italiano intende perseguire nei prossimi sei mesi.

1. Un'Europa per il lavoro e la crescita economica.

Nei sei mesi che segnano l'inizio di questa nuova legislatura, l'Unione europea può gettare le basi per importanti progressi in numerosi settori. Le principali sfide di oggi rimangono: la ripresa dalla crisi economica e finanziaria, l'aumento dell'occupazione, il rafforzamento dei diritti fondamentali e il sostegno ai cittadini europei per tenere il passo con un mondo in rapido mutamento. La Presidenza italiana del Consiglio UE è determinata ad affrontare queste sfide per aiutare l'UE a progredire. Le elezioni europee hanno dimostrato che vi è una richiesta diffusa e ancora senza risposta di cambiamento in Europa. Un nuovo inizio e una volontà radicalmente nuova sono necessari se vogliamo dare nuovo slancio al progetto europeo.

Con oltre 26 milioni di disoccupati in Europa, la creazione di posti di lavoro è un fattore chiave per riconquistare il sostegno dei cittadini al processo di integrazione europea. Dobbiamo agire per creare le premesse per un aumento della crescita potenziale, assicurando servizi pubblici adeguati e sostenibili e la salvaguardia della coesione sociale necessaria affinché i sistemi economici possano beneficiare di una prosperità duratura.

L'Europa ha bisogno di riforme e di innovazione, che sono i principali strumenti per la crescita. Uno sforzo di riforma di ampio respiro a livello nazionale deve coincidere con iniziative analoghe in paesi europei ed essere sostenuto da incentivi a livello europeo.

Lubiana capitale VERDE europea 2016

tivoli

W Ljubiana, capitale della Slovenia!!

L'approccio integrato di gestione ambientale della città, le attività di sensibilizzazione ambientale dei suoi cittadini, di progettazione partecipata e la strategia per la sostenibilità urbana "Vision 2025" hanno permesso alla capitale slovena di aggiudicarsi l'ambizioso titolo conteso con le altre città finaliste: Essen (Germania), Nijmegen (Paesi Bassi), Oslo (Norvegia) e Umea (Svezia).

Il Programma di protezione ambientale, il piano di mobilità sostenibile, il piano d'azione per la sostenibilità energetica e la strategia per la mobilità elettrica sono parte integrante della strategia "Vision 2025".

Nell'ultimo decennio il trasporto urbano è stato totalmente ripensato alla luce di alternative "eco-friendly": nel 2013 Ljubliana ha limitato il traffico automobilistico all'interno della città privilegiando la mobilità pedonale, ciclistica e il trasporto pubblico.

Anche l'utilizzo della bicicletta da parte dei cittadini è aumentato considerevolmente arrivando ad oltre 1,6 milioni di spostamenti effettuati con "BicikeLj", il servizio di bike-sharing attivo dal 2011.
Entro il 2015, inoltre, la città prevede di convertire il 50% del parco autobus pubblici a metano e di installare 1400 stazioni per il ricarico delle auto elettriche.

Nuovo libro allo Sportello Europe Direct

libro per sito ED

Terminology of European Education and Training Policy

Qual è la differenza tra carenza di competenze, fabbisogno di competenze o mancanza di personale qualificato? Un livello di qualificazione inferiore a quello richiesto è sinonimo di livello d'istruzione o, rispettivamente, di livello di competenza inferiori a quelli richiesti? Cosa sono le competenze ambientali?

Questo glossario plurilingue definisce i 130 lemmi chiave della politica europea in materia di istruzione e formazione. E' una versione ampliata ed aggiornata delle precedenti pubblicazioni CEDEFOP e tiene conto delle nuove priorità della politica dell'Unione europea segnatamente l'analisi dei fabbisogni delle abilità e delle competenze.

Le nuove definizioni sono state elaborate con la consulenza degli esperti dell'area di ricerca ed analisi politica del CEDEFOP.

Buona ricerca nel glossario delle definizioni europee!!

 

 

40 tirocini formativi all’estero

LAVORI IN CORSO

Consorzio Kairòs

Nell'ambito del bando di mobilità transnazionale finalizzato alla formazione giovanile della Regione Piemonte, il Consorzio Kairòs offre la possibilità di svolgere un tirocinio formativo all'estero di 12 settimane a partire dal 28 settembre fino al 20 dicembre 2014.

Il progetto finanzia 40 borse di mobilità (3 settimane di formazione linguistica per un totale di 60 ore e 9 settimane di tirocinio formativo) finalizzate a migliorare la preparazione dei partecipanti e a rafforzare le competenze professionali tecnico specifiche; incrementare le competenze linguistiche e migliorare la capacità di adattarsi ad ambienti di lavoro in un contesto europeo. Il tirocinio comprende la copertura delle spese di vitto, alloggio, trasporti, assicurazioni e viaggio di A/R.

Le aziende e gli enti in cui svolgere il tirocinio, saranno scelti tenendo conto delle propensioni e le esperienze lavorative dei candidati selezionati, individuando la soluzione più adatta alle aspettative e alle capacità dei singoli emerse durante la fase di selezione e recruitment.

Per candidarsi e avere la possibilità di ottenere una delle 40 borse di studio disponibili, è necessario essere residenti in Piemonte, avere un'età compresa tra i 18 e i 35 anni, essere disoccupati e attualmente non iscritti all'università, a master universitari, o a corsi di formazione finanziati dal Fondo Sociale Europeo.

“ERASMUS +” - un altro anno da record

erasmus plus

Guarda che cifre!!

Se lo studio presso un'altra università continua ad essere la scelta più popolare, uno studente su cinque (55 000) ha optato per tirocini Erasmus presso imprese. Nel 2012/2013 le tre destinazioni più popolari tra gli studenti Erasmus sono state la Spagna, la Germania e la Francia. I paesi che hanno inviato il numero maggiore di studenti in proporzione alla loro popolazione diplomata sono stati il Lussemburgo, il Liechtenstein, la Finlandia e la Lettonia.
"Da 27 anni Erasmus consente agli studenti di trascorrere un periodo all'estero per ampliare i propri orizzonti e migliorare le proprie competenze. I dati più recenti indicano che Erasmus è più popolare che mai. Oltre a contribuire a radicare il senso di appartenenza alla famiglia europea, le abilità la cui acquisizione Erasmus promuove aiutano anche gli studenti ad accrescere la loro occupabilità e a migliorare le loro prospettive di carriera. Il nostro nuovo programma Erasmus+ consentirà a un numero ancora più grande di giovani di studiare, ricevere una formazione, lavorare o fare opera di volontariato all'estero nel prossimo settennio", ha affermato Androulla Vassiliou, Commissaria europea responsabile per l'Istruzione, la cultura, il multilinguismo e la gioventù.

SEI MESI di relazioni internazionali

bandiera europa

Assegni di ricerca OSCE

Due volte l'anno, il Segretariato Internazionale dell'Assemblea Parlamentare dell'OSCE - Organizzazione per la Sicurezza e la Cooperazione in Europa offre a 9 laureati l'opportunità di lavorare 6 mesi presso le proprie sedi di Vienna e Copenaghen, usufruendo di un assegno mensile pari a 564 euro e della gratuità dell'alloggio.
Gli assegnisti saranno impegnati a supportare le attività ordinarie degli uffici dell'OSCE, contribuendo alla redazione di documenti, allo svolgimento di ricerche, all'organizzazione di incontri, all'elaborazione di discorsi, paper e report.

Questi i requisiti per candidarsi:
- Avere tra i 21 e i 26 anni;
- Essere in possesso di una laurea in scienze politiche, giurisprudenza e relazioni internazionali conseguita presso un'Università di un Paese OSCE;
- Conoscere in maniera eccellente la lingua inglese scritta e parlata, e possibilmente anche una lingua tra Italiano, Spagnolo, Francese, Tedesco e Russo;
- Avere buone capacità di scrittura e un solido curriculum accademico;
- Possedere buone abilità nell'uso del computer, nell'elaborazione di testi e nella ricerca;

Tirocini retribuiti a Bruxelles

commitee

Tirocini presso Comitato delle Regioni

Il Committee of the Regions - Comitato delle Regioni, organo consultivo che rappresenta gli enti locali dell'Unione Europea, offre ogni anno a laureati l'opportunità di effettuare dei tirocini formativi presso la sede di Bruxelles.
I tirocini hanno una durata di 5 mesi, durante i quali i tirocinanti possono svolgere diverse mansioni, secondo il dipartimento al quale vengono assegnati. In particolare l'ambito d'interesse del Comitato è di natura politica e amministrativa.
La sessione primaverile si svolgerà tra il 16 febbraio e il 15 luglio 2015
Scadenza candidature: 30 settembre 2014.
Requisiti per partecipare:
• aver completato almeno il primo ciclo di studi universitari (al momento della scadenza della candidatura);
• conoscere una lingua ufficiale UE e almeno una delle due lingue di lavoro del comitato (Inglese e Francese).
I tirocini sono retribuiti (circa il 25% dello stipendio ufficiale) più il rimborso delle spese di viaggio. Ulteriori benefit saranno garantiti a tirocinanti a particolari condizioni.
Per candidarsi è necessario compilare il modulo on line in lingua inglese o francese o tedesca che si trova sul sito del Committee of the Regions - Comitato delle Regioni.

Per maggiori informazioni visitare il sito

Fellowship Programme

cooperazione

Scadenza 5 agosto 2014

Il "Fellowship Programme for Technical Cooperation Capacity Building and Human Resources Development" è un programma finanziato dalla Direzione Generale per la Cooperazione allo Sviluppo del Ministero degli Affari Esteri italiano e curato dal Dipartimento degli Affari Economici e Sociali delle Nazioni Unite. Il Fellowship Programme intende offrire a giovani professionisti la possibilità di svolgere un percorso di formazione lavorativa in paesi in via di sviluppo nell'ambito della cooperazione internazionale. Il Programma ha una durata di un anno.
La preselezione dei candidati sarà svolta dall'ufficio Desa a Roma. I candidati scelti verranno convocati a Roma per il colloquio finale e le spese di viaggio saranno a loro carico.
A partire da metà dicembre 2014, i partecipanti svolgeranno la loro attività per un periodo di 11 mesi in paesi in via di sviluppo e riceveranno una borsa mensile in valuta locale, commisurata al costo della vita nei vari paesi di destinazione.
A tutti i partecipanti verrà fornito un biglietto di andata e ritorno per il paese di destinazione.